Abbiamo a la tua privacy.
In relazione all'informativa fornitami esprimo il mio consenso all'invio via e-mail della newsletter periodica relativa all'attività istituzionale, congressuale e commerciale di Fieracavalli.

28 LUG 2016

Jumping Verona 2016

La FEI World Cup™ in Italia

La storia della World Cup in Italia ha inizio dopo cinque anni dal varo del circuito.

È stata Milano nel 1983, nel Palasport, a ospitare la prima tappa italiana della Coppa del Mondo di salto Ostacoli, ma l’anno successivo, a causa di una forte nevicata che danneggiò seriamente le strutture del palazzetto milanese, l’appuntamento venne spostato presso il circolo ippico Brianteo di Birago alle porte del capoluogo lombardo. Dopo un’interruzione dovuta alla mancanza di una sede idonea, finalmente, nel 1995, il Gotha del salto ostacoli internazionale si riunisce nuovamente in Italia, in quella che sarebbe divenuta la sede dell’appuntamento italiano per sei edizioni: il Palasport di Casalecchio di Reno (BO). A cavallo del nuovo millennio, nella primavera del 2000 lo staff di Fieracavalli propone la candidatura di Verona quale sede del prestigioso evento. Il primo appuntamento nella sede scaligera, nel novembre 2001, si rivela un successo. L’edizione 2002 è superlativa e registra la presenza dei primi 10 cavalieri del mondo del Ranking FEI. Successo pieno anche per l’edizione 2003: l’organizzazione e le strutture ottengono il plauso unanime di cavalieri, pubblico e addetti ai lavori e confermano l’Italia tra i paesi di vertice nella pianificazione di eventi equestri di massima levatura. Ed anche sulla scorta del successo organizzativo della FEI World Cup a Fieracavalli, che la Federazione Equestre Internazionale scelse di affidare al nostro paese la World Cup Final 2004 disputata al Forum di Assago di Milano. Tra i 21 vincitori delle 22 edizioni fin qui disputate, due sono stati i cavalieri capaci di vincere per due volte la tappa italiana della Coppa del Mondo: il britannico John Whitaker con Grannusch e Welham (1997 e 2000) e l’olandese Albert Zoer (2005 e 2007). Zoer è però l’unico ad aver vinto due volte a Verona e per di più entrambe le volte in sella all’indimenticato Okidoki. Cinque a testa, invece, i sigilli di tedeschi e olandesi. Tra i vincitori ‘orange’ di Jumping Verona spicca però Jeroem Dubbeldam. Il campione olimpico a Sydney nel 2000, nelle due ultime stagioni è stato artefice di un en-plein eccezionale, con quattro medaglie d’oro vinte, a squadre e individuali, ai WEG 2014 della Normandia e ai Campionati Europei di Aquisgrana. Nel 2014, è stato il giovanissimo Bertam Allen ad aggiudicarsi il Gran Premio Longines di Jumping Verona in sella alla sua grigia Molly Malone V. Lo scorso novembre, invece, la vittoria è andata all'attuale numero uno del ranking Simon Delestre, in sella al suo Hermes Ryan.

previous

CALENDARIO FEI WORLD CUP™ JUMPING

next

COME ARRIVARE

 

Articoli correlati

 
FEI
Longines
FEI TV
classhorse
BMW
Porrini